inail-rl

Polo Integrato della Ricerca per infortunati sul lavoro e tecnopatici di INAIL e Regione Lombardia

Con la firma del 16 aprile 2014 del Protocollo di Intesa e della Convenzione attuativa fra INAIL e Regione Lombardia, si sancisce che la prima convenzione attuativa è finalizzata alla messa in opera, a Lecco, di un “Polo Integrato della Ricerca” che permetta la creazione di una filiera completa del recupero dell’integrità psicofisica degli infortunati sul lavoro e tecnopatici, attraverso l’elaborazione di nuove tecnologie e metodologie di assistenza e la sperimentazione di protocolli riabilitativi innovativi da trasferire nel campo applicativo.

La firma è il risultato della forte volontà di Regione Lombardia nel “qualificare il territorio lombardo ed in particolare quello lecchese, come centro di eccellenza per la cura (ospedaliera e non ospedaliera per lungo degenti) e la ricerca sulla cura e sui modelli erogativi e gestionali in favore di vittime di eventi traumatici e tecnopatici, in grado di rispondere alle necessità terapeutiche anche di cittadini non residenti nella Regione.”

Nell’estate 2015 è stata firmata una Convenzione attuativa fra INAIL, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, CNR, al fine di concretizzare la partenza del “Polo Integrato della Ricerca” attraverso specifici contratti su progetti di ricerca.

Grazie alla convenzione stipulata sono nate tre progettualità:

  1. Progetto TuTa – Nuovo sistema indossabile modulare e multiparametrico per il monitoraggio e la valutazione dell’atto riabilitativo e il reinserimento lavorativo delle persone
  2. Progetto MAPS – Sviluppo di invasature personalizzate con nuovi materiali compositi, multifunzionali e multicomponenti
  3. Progetto Rientr@ – ambienti virtuali e aumentati per facilitare il reinserimento a casa e al lavoro dopo infortunio