News

ItLUG Lecco 2022


Torna l’appuntamento annuale firmato ItLUG con l’esposizione di costruzioni LEGO realizzate dagli appassionati.

Patrocinato dal Comune di Lecco e con la collaborazione di Univerlecco la manifestazione è in programma il 30 e 31 luglio al Campus del Politecnico di Milano Polo territoriale di Lecco di Via Previati 1/c.

Tutte le informazioni: itlug.org e lecco.itlug.org



International Conference on Digital Inclusion, Assistive Technology & Accessibility – ICCHP-AAATE 2022


Tre giorni per discutere i temi dell’inclusione digitale, tecnologie assistive e accessibilità, presso il Campus del Politecnico di Milano Polo territoriale di Lecco. E’ in programma dal 13 al 15 luglio la conferenza internazionale ICCHP-AAATE 2022.

Tutte le informazioni e le modalità di partecipazione sono disponibili al LINK.

Univerlecco è diamond sponsor della conferenza al fine di sostenere le attività e la realizzazione di un così importante evento internazionale.



Astrophysical Polarimetry in the Time-Domain Era


Si terrà dal 28 agosto al 1 settembre presso Politecnico di Milano – Polo territoriale di Lecco, il workshop organizzato da INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica, Osservatorio Astronomico di Brera e supportato da Univerlecco.

Tutte le informazioni, il form di registrazione e la Call for Abstracts sono disponibili al LINK.



Società Italiana di Fisica


Passion for Science 2022 e Scuola Internazionale di Fisica “E. Fermi”

Si terrà presso la Villa Monastero di Varenna, i prossimi 20 e 21 giugno, il Simposio Internazionale a cura della Società Italiana di Fisica (SIF) e organizzato dalla Prof.ssa Angela Bracco (University and INFN Milano) e Presidente della SIF, dalla Prof.ssa Luisa Cifarelli (University and INFN Bologna) e dal Prof. Joseph Niemela (ICTP, Trieste). Presente all’apertura dei lavori anche l’Ing. Vico Valassi, Presidente di Univerlecco.

Focus del Simposio sareà quello di discutere idee e stato di avanzamento delle iniziative che ruotano attorno al tema International Year of Basic Sciences for Sustainable Development. Le attività delle varie Istituzioni riguardanti le scienze di base per lo sviluppo sostenibile saranno presentate e discusse in un ambiente piacevole e stimolante.

Per partecipare al Simposio è necessario registrarsi al seguente LINK

Dal 2016 Univerlecco sostiene le iniziative della Società Italiana di Fisica e dopo il difficile periodo causato dal Covid, che ha costretto lo scorso anno e non realizzare i corsi, quest’anno, a partire dal 24 giugno e fino al 23 luglio si svolgeranno i corsi della International School of Physics “Enrico Fermi”.

Maggiori informazioni sui corsi sono disponibili al LINK



HEALPS2 Final Conference


“Nature-based health-promoting tourism: an economic and future-proof boost for the Alps

 18/19 May 2022, Lecco



Univerlecco co-ognized tighter with STIIMA CNR, MoxOff and ClusterTAV, the Healps2 final conference, held in Lecco (LC) on May 18 and 19.

The event featured leading figures from the regional and international health tourism industry who will present experiences related to the theme such as promoting health tourism offerings within specific areas of the Alpine macro region in Europe and enhancing natural resources for therapeutic purposes.

The conference presented scientific project results-such as the Health Tourism Management Toolset, the Alpine Health Tourism Innovation Model and the Training Toolkit on Innovation Model and Tactical Toolset-and discuss the different perspectives with health tourism professionals and policy makers.

Download the agenda: LINK


Watch the video-interviews: LINK

PRESS RELEASE:

A Lecco il gotha del turismo della salute

Iniziativa internazionale per rilanciare il turismo che crea benessere e posti di lavoro. Oltre due milioni di euro l’investimento.

Il turismo della salute è una nuova frontiera, anche a Lecco, soprattutto a Lecco. Lago, montagna, natura sono la cornice ideale per stare bene. Ma il turismo della salute è molto di più: è qualcosa di diverso dal turismo medico, per cui le persone si trovano a viaggiare attirate dalle eccellenze sanitarie presenti sul luogo; il turismo della salute vuole abbracciare quella fascia di popolazione che cerca di abbinare alle proprie vacanze la cura della propria persona, spesso facendo ricorso alle caratteristiche del luogo. Lecco è pronta alla sfida.

Se ne parla il 18 e il 19 maggio, in occasione della conferenza finale Healps2, gioco di parole tra Health e alps. E già è detto tutto. L’evento è organizzato dall’istituto di Sistemi e Tecnologie Industriali Intelligenti per il Manifatturiero Avanzato (STIIMA) del Cnr di Lecco, Univerlecco e Moxoff SpA. Un confronto di buone pratiche con ospiti internazionali, dalla Francia, all’Austria, alla Germania, ma anche dall’Italia, rappresentata, ovviamente, dalla compagine lecchese, ma anche dalla Val d’Ossola: focus sull’Adventure Therapy come nuovo prodotto del turismo della salute.

Healps 2 è la seconda fase di Healps, un progetto interregionale che ha posto le basi per integrare la tecnologia con la valorizzazione delle risorse dell’Area Alpina. Iniziativa avviata nel 2019, con un budget di oltre 2 milioni di euro con un ampio partenariato: gli austrici di Salisburgo, Paracelsus Medical University e l’Innovation & Technology Transfer, i francesi ALPARC le Reseau Alpin des Espaces Protegès e l’Association La Route des Villes d’Eaux du Massif central, i tedeschi Gemeindenetzwerk Allianz in den Alpen; gli sloveni: Znanstveno raziskovalno središce Bistra Ptuj e Razvojni center Murska Sobota; gli svizzeri con l’University of Applied Sciences HTW Chur; e gli italiani con il Consiglio Nazionale delle Ricerce, Istituto STIIMA, Moxoff SPA, l’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola.

L’evento, in programma all’Auditorium Casa dell’Economia della Camera di Commercio di Como-Lecco, presenta i risultati del progetto: oltre a promuovere l’attività fisica come componente per una vacanza salutare, punta sul contesto sportivo e grazie alle nuove tecnologie per facilitare il miglioramento della performance dell’atleta; o, ancora, rivolgendosi alla categoria degli atleti e degli sportivi con disabilità, punta all’inclusività.

Si parlerà della natura, al centro di iniziative per la promozione del turismo della salute. Una sorta di stati generali attorno a questo tema, a cui partecipano le istituzioni locali (Regione, Provincia, Comuni) ma anche straniere, il mondo accademico, i rappresentanti dei settori imprenditoriali, sanitario, turistico e i fornitori di servizi locali, le agenzie di innovazione.

Un’alleanza che rappresenta una freccia in più per il rilancio del turismo fiaccato negli ultimi anni di pandemia, con un approccio transnazionale e trasversale che punta sulle risorse sanitarie naturali alpine uniche e rafforza la capacità di innovazione territoriale alpina.

Come dire: per stare bene e stare meglio abbiamo già tutto quello che ci serve. Basta prenderne coscienza e organizzarci di conseguenza. Anche per questo Univerlecco è stata incaricata di occuparsi della comunicazione, attività strategica per promuovere questo nuovo modo di affrontare il problema del rilancio del turismo unito alla necessità di aumentare il benessere delle persone.

Ultimo ma non ultimo, lo sviluppo di questo progetto punta anche alla creazione di nuovi posti di lavoro.

Healps 2 realizza un triangolo virtuoso tra patrimonio naturale disponibile, esigenza di benessere delle persone e rilancio dell’economia.

In Lecco, the elite of health tourism

International initiative to boost tourism that creates wellness and jobs. Over two million euros the investment.

In Lecco, the elite of health tourism
International initiative to boost tourism that creates wellness and jobs. Over two million euros the investment.

Health tourism is a new frontier, even in Lecco, especially in Lecco. Lake, mountains, nature are the ideal setting for staying well. But health tourism is much more than that: it is something different from medical tourism, whereby people find themselves traveling attracted by the health excellences present in the place; health tourism wants to embrace that segment of the population that seeks to combine their vacations with personal care, often resorting to the characteristics of the place. Lecco is ready for the challenge.
It will be discussed on May 18 and 19 at the final Healps2 conference, a play on words between health and alps. And already everything is said. The event is organized by the Institute of Intelligent Industrial Systems and Technologies for Advanced Manufacturing (STIIMA) of the Lecco CNR, Univerlecco and Moxoff SpA. A comparison of best practices with international guests, from France, Austria and Germany, but also Italy, represented, of course, by the Lecco team, but also by the Ossola Valley: focus on Adventure Therapy as a new health tourism product.
Healps 2 is the second phase of Healps, an interregional project that laid the groundwork for integrating technology with the enhancement of Alpine Area resources. Initiative launched in 2019, with a budget of more than €2 million with a broad partnership: the Austrians from Salzburg, Paracelsus Medical University and the Innovation & Technology Transfer; the French ALPARC le Reseau Alpin des Espaces Protegès and the Association La Route des Villes d’Eaux du Massif central; the Germans Gemeindenetzwerk Allianz in den Alpen; the Slovenians: Znanstveno raziskovalno sredice Bistra Ptuj and Razvojni center Murska Sobota; the Swiss with the University of Applied Sciences HTW Chur; and the Italians with the Consiglio Nazionale delle Ricerce, Istituto STIIMA, Moxoff SPA, and the Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola.
The event, scheduled at the Casa dell’Economia Auditorium of the Como-Lecco Chamber of Commerce, presents the results of the project: in addition to promoting physical activity as a component for a healthy vacation, it points to the sports context and thanks to new technologies to facilitate the improvement of the athlete’s performance; or, again, addressing the category of athletes and sportsmen with disabilities, it points to inclusiveness.
Nature will be discussed, at the center of initiatives to promote health tourism. A kind of states general around this theme, in which local institutions (Region, Province, Municipalities) as well as foreign ones, academia, representatives of the business, health, tourism sectors and local service providers, and innovation agencies will participate.
An alliance that represents an extra arrow for the revitalization of tourism sluggish in recent pandemic years, with a transnational and transversal approach that focuses on unique Alpine natural health resources and strengthens Alpine territorial innovation capacity.
As in: to get well and get better, we already have everything we need. We just need to become aware of it and organize accordingly. This is also why Univerlecco has been tasked to take care of communication, a strategic activity to promote this new way of dealing with the problem of revitalizing tourism combined with the need to increase people’s well-being.
Last but not least, the development of this project also aims to create new jobs.
Healps 2 realizes a virtuous triangle between available natural heritage, the need for people’s well-being and economic revitalization.

PRESS REVIEW:



Evento finale progetto EMPATIA@Lecco


Presentati i risultati e gli impatti del progetto   

Si è chiuso EMPATIA@Lecco EMpowerment del PAzienTe In casA, Progetto Emblematico avviato nel marzo 2017 e finanziato da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia con un contributo di oltre 3 milioni di euro.  

Fatto tesoro dell’esperienza maturata con i progetti Hint@Lecco e Spider@Lecco, EMPATIA rappresenta la concretezza delle potenzialità del distretto della riabilitazione attivo a Lecco, eccellenza che vede università, istituzioni, enti di ricerca e istituti clinici insieme per sviluppare tecnologie e strumenti a supporto delle fragilità. 

Venerdì 21 gennaio 2022, presso il campus del Polo territoriale di Lecco, i partner di progetto si sono riuniti per presentare i risultati di quattro intensi anni di studio, ricerca e sperimentazione condotti con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di persone affette da disabilità motorie e/o cognitive e delle loro famiglie. Il percorso ha previsto un ampio ventaglio di attività svolte con il coinvolgimento diretto di operatori sanitari e pazienti che hanno testato le soluzioni prodotte: ortesi sensorizzate in grado di recepire e trasmettere informazioni sul soggetto, materiali innovativi che utilizzati per la produzione di dispositivi indossabili ne migliorano il comfort in termini di peso, dimensioni e adattabilità al corpo, una piattaforma robotizzata per il recupero dell’equilibrio, un esoscheletro motorizzato, dispositivi robotizzati a comando vocale e, ancora, ambienti virtuali per l’esercizio, il mantenimento e il recupero della sfera cognitiva.

A coordinare le azioni del partenariato, in qualità di capofila di progetto, l’Associazione Univerlecco che per prima ha promosso l’ambizioso percorso di ricerca collaborativa sul tema della riabilitazione intrapreso quasi un ventennio fa dal Sistema Lecco. “Il distretto della riabilitazione e in particolare il progetto EMPATIA rappresentano l’esempio concreto di come operare insieme porta a moltiplicare risultati e raggiungere obiettivi che vanno a vantaggio di chi ha bisogno di aiuto – afferma Vico Valassi, presidente di Univerlecco – serve una regia per tenere uniti e coordinare molti attori, ma l’apporto che ciascuno può offrire si colloca come un tassello fondamentale nel mosaico. Ringrazio tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questi risultati. Il valore più grande lo possiamo trovare nei grandi benefici e progressi che hanno potuto ottenere le persone che si sono rivolte ai centri del territorio. Molte di loro partivano da situazioni molto complesse e difficili. Hanno mostrato una incredibile forza di volontà, fondamentale per poter cogliere il vantaggio offerto dagli ausili tecnologici e dal supporto degli operatori”.



IRCCS Medea invita al webinar gratuito: TELEMEDICINA e DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO: dall’individuazione all’intervento precoce, 14 Ottobre 2021


Nella giornata del 14 Ottobre alle ore 17.00, Ass. La Nostra Famiglia – IRCSS E. Medea invita a partecipare al webinar gratuito “TELEMEDICINA e DISTURBI DEL NEUROSVILUPPO: dall’individuazione all’intervento precoce“, nell’ambito del PROGETTO REGIONALE “WIN4ASD: Rete curante per la diagnosi precoce dei Disturbi dello Spettro Autistico” (approvato con Decreto Direzione Generale Welfare n. 18997 del 20/12/2019).

Il webinar è rivolto, in particolare, a tutte le figure interessate ai disturbi del neurosviluppo: Pediatri di Libera Scelta, specialisti in Neuropsichiatria Infantile, Psicologi, Terapisti della neuro e psicomotricità, Logopedisti, Educatori, Assistenti sociali.

E’ disponibile la LOCANDINA dell’evento webinar e il LINK per iscriversi.



Progetto ARTEDIA


Applicazione della tele-Riabilitazione come sTrumEnto DI continuità di curA

Periodo: 3 maggio 2021 – 31 gennaio 2022

Ente finanziatore: Fondazione Cariplo

Budget: € 189.400 – Finanziamento € 168.833,33

Partner:

• Univerlecco (capofila)

• Istituto di Sistemi e Tecnologie Industriali Intelligenti per il Manifatturiero Avanzato (STIIMA)

• Polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano: Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria

• Fondazione Valduce, Ospedale Valduce, Centro di Riabilitazione “Villa Beretta” di Costa Masnaga

• IRCCS “Eugenio Medea”, Sezione Scientifica dell’Ass.ne La Nostra Famiglia di Bosisio Parini

• Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico INRCA sede di Casatenovo

Referente scientifico: Dott. Franco Molteni – Ospedale Valduce-Villa Beretta


Garantire la continuità di cura ospedale-territorio all’interno del processo riabilitativo è da sempre un elemento cruciale che, alla luce dei recenti eventi globali, ha assunto una maggiore importanza. La situazione emergenziale legata alla diffusione del SARS-CoV-2 ha visto l’interruzione o la limitazione di molti servizi clinici non essenziali alla gestione dell’emergenza sanitaria, tra cui quello della riabilitazione di pazienti in tutte le fasce di età. È quindi sempre più evidente la necessità di investire su nuovi metodi per il supporto ai pazienti cronici, ossia a tutta quella categoria di utenti che richiede la continuità della cura per non andare incontro all’ulteriore declino delle proprie capacità cognitive e/o motorie e per evitare l’insorgenza di patologie secondarie.

In tale contesto, ARTEDIA mira alla realizzazione e validazione di un sistema di tele-riabilitazione usabile al domicilio e dedicato sia ai pazienti cronici, sia agli (ex)-pazienti COVID-19.

Scopo del progetto è l’implementazione di un intervento riabilitativo domiciliare che supporti l’utente finale durante esercizi di training fisico e cognitivo, attraverso percorsi di cura contestualizzati, individualizzati con i correlati di assistenza sanitaria, eseguiti al domicilio del paziente e con uso innovativo di tecnologie già disponibili, certificate e in uso nella pratica clinica. 

ARTEDIA si presenta come uno studio di fattibilità che mira a valutare sia l’impatto sul paziente, sia l’impatto gestionale dell’erogazione di un servizio di questo tipo a livello domiciliare.

Il progetto consentirà agli utenti, pur rimanendo a casa, l’accesso ad un servizio riabilitativo di qualità e mirato secondo le proprie esigenze. Dal punto di vista della fattibilità, ARTEDIA consentirà la valutazione dell’impatto dell’intervento domiciliare dal punto di vista gestionale-operativo, ma anche in termini di accettabilità da parte di diverse tipologie di utente. Se i risultati saranno positivi, ARTEDIA porrà inoltre le basi per un futuro trial clinico più esteso e mirato a verificare – in ottica evidence-based – l’efficacia clinica della soluzione proposta anche in ambito domiciliare. Il progetto sarà d’aiuto per rafforzare il Lecco Research Hub, favorendo la continuità delle attività di ricerca dedicate alla salute e in particolare alla riabilitazione, e aprendo la strada a nuove progettualità con partner nazionali ed internazionali. 



Buone Feste da Univerlecco


Buone Feste da Univerlecco



Avviati 4 nuovi progetti tra Sistema Lecco e INAIL


Sono stati avviati il 25 novembre 2020 quattro nuovi progetti che vedono collaborare il Sistema Lecco e il Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio.

Sull’onda proficua dei tre progetti avviati nel 2017, si è voluto proseguire la fruttuosa collaborazione degli enti del territorio lecchese con il più importante ente che tratta i temi della riabilitazione e prevenzione.

  • FESleg – Stimolazione elettrica funzionale nel trattamento di persone con lesioni midollari: dalla pedalata su trike al cammino con esoscheletro

Partner e subpartner: Politecnico di Milano, IRCCS E. Medea-La Nostra Famiglia, Ospedale Valduce, Clinica Riabilitativa Villa Beretta, CNR – ITB, Univerlecco

  • ADJOINT – Fabbricazione additiva mediante tecnologia binder jetting di componenti metallici osteointegrabili sinterizzati

Partner e subpartner: CNR ICMATE, CNR IPCB, IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli, Scienze e Tecnologie Chirurgiche, Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Modena Chirurgia della Mano e Microchirurgia, CTO Andrea Alesini di Roma, Univerlecco

  • Rip@rto – Simulatore di guida per assistere operatori nella valutazione delle capacità di guida dell’utente e nella scelta degli ausili di cui dotare l’automobile

Partner e subpartner: CNR STIIMA, CNR ITB, IRCCS E. Medea-La Nostra Famiglia, Univerlecco

  • proFIL – Filamenti multi-materiali per la realizzazione di protesi personalizzate ad alte prestazioni con focus su adaptive sport

Partner e subpartner: CNR IPCB, CNR ICMATE, Politecnico di Milano Dip. Meccanica, IRCCS E. Medea-La Nostra Famiglia, Ospedale Valduce-Villa Beretta, Univerlecco

Al sito lecco-rehab.it tutte le informazioni e gli aggiornamenti.

Al LINK il comunicato stampa.